VITIGNO CABERNET-SAUVIGNON

Vigoria: media 

Epoca di germogliamento: tardiva

Epoca di maturazione: media

Produzione: media e costante

Grappolo: grappolo medio-piccolo e mediamente compatto

Acino: medio, sferoidale

Esigenze colturali: predilige terreni ben esposti in collina, sassosi o argillosi e ben drenati in pianura, da evitare suoli troppo umidi e fertili che inducono la pianta alla colatura dei fiori e ad una scarsa lignificazione. 

Sensibilità alle avversità: sensibile alle malattie del legno e al dissecamento del rachide .

Potenziale enologico: conferisce al prodotto finito un colore rosso intenso tendente al violaceo e un caratteristico sapore erbaceo. Spesso vinificato con altre varietà ne migliora le caratteristiche sensoriali.

Di origine bordolese, il vitigno è diffuso nelle zone temperate di tutto il mondo. In Italia è stato introdotto inizialmente nelle Tre Venezie, trovando successivmante area di diffusione soprattutto nelle zone geografiche con sommatorie termiche più elevate. Il Cabernet sauvignon deriva da un incrocio spontaneo tra Cabernet franc e Sauvignon.