VITIGNO NEBBIOLO

Vigoria Vegetativa: Notevole, richiede una potatura discretamente lunga.

Produttività: Buona, più o meno costante

Foglia: Di media grandezza, trilobata, talvolta pentalobata.

Grappolo: Di grandezza media, allungato, con acini rotondi, di colore violaceo, molto pruinosi.

Epoca di Maturazione: Dal 15 Ottobre, è l ultimo dei vitigni piemontesi ad essere potato

Considerato originario del Piemonte, questo antico vitigno è documentato fin dal 1160. Assieme al Sangiovese, rappresenta la nobiltà dei vitigni Italiani. Produce rossi potenti ed unicamente profumati. Il Nebbiolo è un vitigno con areale di coltivazione esteso su tutto il Piemonte .

E’ un vitigno a germogliamento precoce ed a maturazione tardiva , molto esigente in fatto di scelta del sito d’impianto: la sua coltivazione è quindi limitata a zone particolarmente vocate , in vigneti con esposizione ottimale. Nei vini esprime la massima qualità nelle annate  con decorso autunnale caldo ed asciutto, in grado di assicurare un buon accumulo di zuccheri unito ad una significativa riduzione degli acidi organici e soprattutto ad un elevato accumulo di polifenoli.